Histories de Parfums "Moulin Rouge"

La notte è scesa su Parigi. Il “Moulin Rouge” si illumina. Spettatore o artista,ognuno ha il proprio ruolo ma l’emozione sarà la stessa.Il rossetto esalta il suo sapore delicato e le coppe di champagne tintinnano. Il profumo del Prunus ricorda il delicato disegno di una spalla femminile,le ballerine entrano. In una nube di piume e lustrini i corpi si sfiorano. L’odore speziato della cannella fa arrossire le guance, lo zucchero si scioglie nell’assenzio dolce amaro. La rosa di Damasco lascia esplodere la sua sensualità nel suo abito….rosso! l’incantesimo non ha fine, il tempo si ferma, sospeso sulle ali del “Moulin”.L’emozione piena di allegria fa vibrare il palco fino alla fine. Il sipario si abbassa ma lo spettacolo continua. Dietro le quinte, gli specchi riflettono immagini allegre.Un pizzico di polvere di iris, una nube di muschio e di patchouli, e le logge conserveranno fino all’alba il profumo di questa straordinaria serata.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Marina (sabato, 16 giugno 2012 00:09)

    Se senti il profumo e chiudi gli occhi ti passa davanti tutto quello che hai letto sopra, splendido!